sabato 24 marzo 2018

Il vecchio e il mare

Questa notte si passerà all'ora legale; alle due i nostri orologi si sposteranno avanti di sessanta minuti.
Per i più giovani sarà una piccola sofferenza: dormire un'ora in meno è un sacrifico per chi ha più bisogno di riposo.
Per chi è meno giovane probabilmente cambierà poco: ci si sveglia abitualmente presto, a una certa età. Perché invecchiando all'organismo servono meno ore di sonno, certamente. Ma può anche esserci una spiegazione più esistenziale, e quasi poetica.
Questa mattina, leggendo Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway, mi sono imbattuta in uno scampolo apparentemente banale, ma in realtà più drammatico di quanto sembri...


«La mia sveglia è l'età» disse il vecchio. «Perché i vecchi si svegliano così presto? Sarà perché la giornata duri più a lungo?»